Oggi tutto ruota intorno alla velocità e all’efficienza, soprattutto nel mondo digitale. Sappiamo infatti che il 40% degli utenti abbandona una pagina che impiega più di 3 secondi a caricare e questo spinge ogni giorno sviluppatori e imprenditori a chiedersi come migliorare la velocità di un sito web.

Se il tuo sito web è realizzato con WordPress e vuoi sapere come fare per velocizzare il caricamento delle pagine, continua a leggere questo articolo. Ti spiegherò perché i tempi di caricamento sono essenziali per i tuoi utenti e per la SEO e grazie ad alcuni semplici suggerimenti potrai facilmente aumentare la velocità del tuo sito WordPress.

Come migliorare la velocità di un sito WordPress

La velocità di caricamento è uno degli aspetti più importanti per il successo di siti web e business online. I siti lenti infatti infastidiscono gli utenti e una cattiva user experience  pregiudica il giudizio generale degli utenti sul tuo brand.

Sappiamo inoltre che i tempi di caricamento sono essenziali per la SEO. Google infatti preferisce i siti web veloci e ottimizzati e penalizza nei risultati di ricerca quelli meno performanti, soprattutto per quanto riguarda l’esperienza di navigazione da mobile.

Se ti stai chiedendo come misurare la velocità del tuo sito web, sappi che esistono online numerosi strumenti sia gratuiti che a pagamento. Tra i servizi gratuiti più usati ti segnalo quelli che in PoligoniLab usiamo ogni giorno:

10 consigli per velocizzare un sito realizzato con WordPress

Nella maggior parte dei casi, la lentezza di un sito web dipende da aspetti su cui si può intervenire abbastanza facilmente. Pensiamo ad esempio alla scelta dell’hosting o alla corretta configurazione del server, all’ottimizzazione del codice e dei contenuti, all’aggiornamento del software. In altri casi sono necessari interventi più impegnativi, ma sappi che non esistono situazioni irrecuperabili. Ho raccolto in questo articolo 10 consigli da mettere in pratica per velocizzare qualsiasi sito realizzato con WordPress. Vediamoli insieme!

Prima di effettuare qualsiasi intervento ti consiglio di effettuare un backup completo che potrai ripristinare in caso di errori o di sito non accessibile.

1. Scegli un hosting performante e vicino ai tuoi clienti

Se utilizzi un server di hosting lento o che ti mette a disposizione poche risorse, i tempi di caricamento del tuo sito web non saranno mai ottimali. La qualità dell’hosting web ha infatti un impatto notevole sulle prestazioni del tuo sito e potrebbe pregiudicare l’efficacia della maggior parte degli interventi consigliati di seguito.

Evita quindi gli hosting troppo economici e scegline uno con prestazioni adeguate. Il costo sarà più elevato ma è un investimento indispensabile per garantirti guadagni futuri. Molti provider offrono pacchetti specifici per WordPress, dai un’occhiata e scegli la soluzione più adatta.

Anche la posizione geografica dei server è importante: se ad esempio i tuoi utenti sono prevalentemente in Italia, scegli un provider italiano.

Per molti dei nostri progetti utilizziamo Keliweb che, oltre a essere uno dei migliori provider italiani, è un’azienda nata come noi a Cosenza e che proprio nella nostra città ha posizionato la maggior parte dei server.

2. Elimina plugin, temi e media inutilizzati

Prima di passare ai prossimi consigli, facciamo un po’ di pulizia sul server! I plugin sono degli ottimi alleati per ampliare le funzionalità del tuo sito WordPress ma in molti casi possono appesantire il sito e causare rallentamenti. Disattiva e rimuovi tutti i plugin che non sono indispensabili o che non utilizzi più. Elimina anche i temi e i media che non usi più e che occupano inutilmente spazio sul server e appesantiscono il database.

3. Scegli un template leggero, veloce e sempre aggiornato

Il tema WordPress è fondamentale per le prestazioni e la sicurezza del sito. Deve essere leggero, veloce e aggiornato costantemente per garantire la compatibilità con le ultime versioni di WordPress e dei plugin. Scegli il tema giusto fin dall’inizio, individua quello con le funzionalità di cui hai realmente bisogno o assicurati che è possibile disabilitare facilmente le funzionalità non necessarie.

4. Ottimizza le immagini

Le immagini sono una parte fondamentale di ogni sito web ma è importante ottimizzarle. Le immagini di grandi dimensioni o non compresse rallentano le pagine Web e creano un’esperienza utente non ottimale.  Esistono diversi ottimizzatori di immagini online che permettono di ridurre le dimensioni dei file senza perdita di qualità. Tra quelli gratuiti ti segnalo ad esempio TinyPNG e Optimizilla.

5. Sfrutta i migliori plugin di cache per WordPress

Il caching è uno degli strumenti più semplici per velocizzare un sito WordPress. Esistono diversi plugin di caching e di web performance che permettono alle pagine web di caricarsi molto più velocemente. Considera che la memorizzazione nella cache può rendere un sito da 2 a 5 volte più veloce.

Tra i plugin gratuiti ti segnalo W3 Total Cache e WP Super Cache, entrambe ottime opzioni. Per quanto mi riguarda, la migliore soluzione è WP Rocket, un caching plugin premium ricco di funzionalità come il precaricamento, il caching del browser, la compressione GZIP, la minificazione di HTML, CSS e JavaScript, il lazy load. Inoltre WP Rocket è semplicissimo da configurare e velocizza qualsiasi sito WordPress già solo dopo l’attivazione. Usa questo link per ottenere fino al 20% di sconto sull’acquisto della licenza di WP Rocket.

6. Minimizza i file CSS, JS e HTML

Minimizzare CSS, JS e HTML significa ridurre le dimensioni dei file e di conseguenza il tempo di caricamento delle pagine. Nel processo di minificazione inoltre più file possono essere combinati in uno, quindi il server effettua meno chiamate. Se non utilizzi un plugin di caching come WP Rocket che include anche questa funzione, il plugin gratuito Autoptimize è un’ottima opzione.

7. Aggiorna sempre WordPress, template e plugin all’ultima versione disponibile

Il core di WordPress, i temi e i plug-in devono essere sempre aggiornati per aiutare il tuo sito a funzionare nel modo più efficiente, veloce e sicuro possibile. Assicurati quindi di ottenere sempre le ultime versioni disponibili per ottimizzare le prestazioni e correggere i bug, proteggere il sito e garantire che tutto funzioni come dovrebbe.

8. Usa l’ultima versione di PHP

La versione minima di PHP supportata da WordPress è la 7.3 mentre molti hosting propongono di default ancora la versione 5.6, non più supportata da anni. Controlla quindi che la tua installazione di WordPress giri su una versione supportata di PHP. Per farlo ti basterà andare in Strumenti > Salute del sito > Informazioni > Server. Per modificare la versione di PHP in uso dovrai accedere al pannello di amministrazione del tuo hosting. Prima di effettuare qualsiasi modifica effettua un backup del sito e assicurati che il tuo tema e i tuoi plugin siano compatibili con la versione di PHP che stai attivando.

9. Utilizza una CDN

Come abbiamo già visto, la distanza fisica tra i tuoi utenti e il server che ospita il sito può essere una causa di lentezza. Pensiamo ad ad esempio agli utenti internazionali. Fortunatamente, puoi risolvere facilmente questo problema con una CDN. Una CDN (content delivery network) è una rete di computer e server localizzati in aree diverse che ospitano i contenuti statici del tuo sito WordPress (Immagini, Video, file CSS e JS). Ogni volta che un utente apre una pagina, riceverà i dati dal server più vicino e questo riduce i tempi di trasmissione dei dati e migliora i tempi di caricamento dei contenuti.

10. Ottimizza il database

Anche il database ha bisogno di manutenzione, perché nel tempo la sua dimensione può crescere notevolmente. Esistono diversi plugin gratuiti come WP-Optimize, Advanced Database Cleaner e Optimize Database after Deleting Revisions che ti permettono con pochi click di ottimizzare il database. Se invece hai deciso di usare WP Rocket, considera che questo plugin dispone anche di una comoda funzione di ottimizzazione del database.

Hai ancora qualche dubbio sull’ottimizzazione di un sito su WordPress?

La velocità di caricamento delle pagine è un aspetto fondamentale per il successo di ogni sito web. Avere un sito veloce aiuta a migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, migliora i tassi di conversione, aumenta il tempo di permanenza sul sito e diminuisce la frequenza di rimbalzo. E inoltre tutti amano i siti veloci!

In questa guida abbiamo visto che per fortuna ci sono diverse strategie che puoi mettere in campo per ottimizzare il tempo di caricamento e fornire un’esperienza utente più soddisfacente e veloce e spero che seguendo questi consigli riuscirai a migliorare il caricamento del tuo sito WordPress.

Se hai ancora dei dubbi o se hai bisogno del nostro aiuto non esitare a contattarci!

Fatti trovare online


Dai una marcia in più al tuo business con un nuovo sito web professionale. Aiuta i clienti a trovarti, di persona e online. Contattaci per un preventivo gratuito e personalizzato.